Uno studio Nomisma rileva che il sistema di qualificazione SOA convince il 69% delle imprese

Unionsoa e Usi hanno presentato una ricerca effettuata da Nomisma dal titolo: “Studio sul sistema delle attestazioni Soa negli appalti pubblici: analisi e prospettive”.
 
Dall’indagine emerge chiaramente come l’attuale sistema di qualificazione, nonostante necessiti di importanti correttivi, risulti essere - ancora oggi - il più efficace in termini di snellimento e semplificazione delle procedure, come rilevato anche dall’AVCP (segnalazione n.3 del 2013). Infatti, il 69% delle imprese intervistate lo ritiene migliore del precedente Albo Nazionale dei Costruttori (1962-1999) e più della metà del campione (56%) dichiara che ha effettivamente contribuito a velocizzare le pratiche amministrative per partecipare alle gare.
 
Inoltre, è emerso che il 71% delle imprese non è favorevole a un sistema in cui la funzione di qualificazione sia demandata alla stazione appaltante, in quanto ritiene che gli enti pubblici non abbiano le competenze necessarie. La Soa rappresenta quindi un sistema maturo e sostanzialmente consolidato che, nell’attuale contesto di crisi, consente anche un risparmio di spesa pubblica stimabile in almeno 75 milioni di euro l’anno.